lunedì 27 dicembre 2010

Ma nessuno mai si era accorto dell’errore nella cartuccia di The Legend Of Zelda per NES?


Forza “Raccogliete la sfida di un’avventura senza finel

mercoledì 15 dicembre 2010

Yeah!

manufacturing updating start
PackageName = /dev_usb000/PS3UPDAT.PUP
settle polling interval success
vflash is disabled...
boot from nand flash...
creating flash regions...
create storage region: (region id = 2)
format partition: (region_id = 2, CELL_FS_IOS:BUILTIN_FLSH1, CELL_FS_FAT)
create storage region: (region id = 3)
format partition: (region_id = 3, CELL_FS_IOS:BUILTIN_FLSH2, CELL_FS_FAT)
create storage region: (region id = 4)
format partition: (region_id = 4, CELL_FS_IOS:BUILTIN_FLSH3, CELL_FS_FAT)
create storage region: (region id = 5)
create storage region: (region id = 6)
Initializing
taking a while...
start Updating Proccess

martedì 7 dicembre 2010

Encom mainframe sistemato!


E anche questa è andata.

martedì 2 novembre 2010

Michael Jackson - Earth Song



E poi non diciamo che nessuno ci aveva avvisati..

venerdì 22 ottobre 2010

W R O N G !

C’è qualcosa che non va in me dal punto di vista chimico
qualcosa di sbagliato di intrinseco a me
il mix sbagliato nei geni sbagliati
ho raggiunto il fine sbagliato con i mezzi sbagliati
è stato un piano sbagliato
nelle mani sbagliate
con la teoria sbagliata per l’uomo sbagliato
le bugie sbagliate, sulle vibrazioni sbagliate
le domande sbagliate con le risposte sbagliate

WRONG!

mercoledì 13 ottobre 2010

Acquisita!


Ci siamo lasciati con la Compact Flash installata e funzionante su Amiga 1200.
Ma qualche altra cosa bisognava farla no? La foto sopra è stata "presa" con l'Amiga 1200.
Ovvero con il digitalizzatore di immagini per Amiga 1200 Videon 2.0.
Insomma uno scatolotto a cui ci si attacca una sorgente video e lui magicamente trasferisce l'immagine in digitale. Bella forza..per l'epoca.
Quella di sopra è la foto presa dal cellulare attaccato al Videon che ne acquisiva il video.
Lo so, la foto del post prima era "meglio" ma volete mettere 384 x 282 pixel di risoluzione che scuola che sono!

venerdì 8 ottobre 2010

Amiga 1200 + Compact Flash + Scimmie



Che caos!
Direte.
Non importa è giustificato dal smonta, apri, chiudi, prova, cavo, presa, audio, mouse, scatola, ram ecc ecc. Insomma fase di testing.
Alla fine si, funziona tutto.
La compact flash nell'Amiga 1200 è finalmente realtà. Ora quindi al posto di hard disk e floppy (deceduti circa il 90% di quelli che avevo) posso utilizzare una compact flash e mettere dentro quello che mi pare.
Qualche rapido test, grazie a WHDload. Monkey Island è stato uno tra i primi.
Che dire. L'ho giocato su mille emulatori, su Dreamcast, Symbian, su iPod prima grazie a Scumm e poi con la versione ufficiale di qualche tempo fa. L'ho rigiocato su Xbox sempre nella sua special edition, splendida, nulla da dire. Ma una volta che viene caricato su Amiga e parte l'introduzione non c'è nulla da fare, non ci sono emulatori che possono stare dietro a tutto questo.
Non ci sono emulatori che suonino come un vero Amiga collegato alle casse delle stereo, non ci sono emulatori che regalino la stessa sensazione di far partire un gioco nello stesso originale sistema per il quale era stato disegnato.
Ora, caos e qualità delle foto scadenti a parte (cellulare e notte tarda) lasciatemelo dire.. l'Amiga è sempre il migliore!


Guarda mamma, un Lack Ikea!

mercoledì 15 settembre 2010

Halo Reach


Adoro i Day One!

mercoledì 8 settembre 2010

E le viti...


Era da tanto che non avanzavo e non perdevo così tante viti nello stesso tempo.
Ed ero senza nastro isolante pure.

mercoledì 25 agosto 2010

Canzone dell'estate.


Come ogni anno non può mancare la canzone o le canzoni dell'estate.
Quest'anno pero' è un po' magra la situazione.
Rinnoverei un buon Cesare Cremonini anche quest'anno con la sua Mondo ma se guardiamo un po' indietro ecco spuntare il francese David Guetta con Memories e anche Gettin' Over You.
Parlando di canzoni di questa estate in senso diverso, ovvero le canzoni ascoltate durante l'estate e che ora mi ricordano l'estate dovrei tirare in ballo probabilmente:
Franz Ferdinand con No You Girls, i Velvet Underground con Venus In Furs, probabilmente anche (mai ascoltata durante le vacanze ma ricercatissima prima di queste e scoperto finalmente il titolo oggi) Airplanes di B.o.B con il featuring di Hayley Williams che è quella dei Paramore.
Ad accogliere l'estate ci sono stati poi comunque Ligabue e qualche pezzo di ritornello degli Interpol con un pezzo classico come Obstacle 1. Nulla di nuovo sotto il caldo sole estivo nonostante girassero i nuovi singoli degli stessi.
Che altro c'è stato di buono, beh Wish You Were Here che non serve che dica a nessuno di chi è, Bob Dylan con Hurricane, Through The Barricades degli Spandau Ballet.
Chill Carrier ha accompagnato un po' di ritorni in macchina dal centro di Padova e l'ha fatto egregiamente devo dire, consigliato (Urban Dreams e Moving Off Ground).
Mettiamoci anche i Laid Back (mai nome fù più adatto) e i Poets Of The Fall (o dovrei dire gli Old Gods of Asgard) che mi hanno accompagnato nell'iPod prima di dormire.
Menzione per i These New Puritans (We Want War!) e i classici pezzi di Prince riscoperto nei caldi mesi preferie.
Un saluto infine a Michael Giacchino che ha avuto la sua dose di ascolti grazie a Lost e a tutte le sue splendide musiche.
Direi che più bastare come appunti per quest'anno.
(nella foto il mio unico giorno al mare)

martedì 24 agosto 2010

Assassin's Creed 3 - Padova



Sarebbe un piccolo mio sogno.. beh magari una missione sola ambientata nella vecchia Padova non sarebbe bella?
Quindi ecco a voi Ezio in Assassin's Creed 3 davanti alla Basilica del Santo a Padova.

mercoledì 30 giugno 2010

...e andiamo!

Il Dott. Egon Spengler non si smentisce


Do... Re... Egooooon!

E poi, effettivamente, sono troppo belle quelle casse!

venerdì 25 giugno 2010

RIP MJ

venerdì 4 giugno 2010

Blu



Un blu. Mi serviva solo un po' di blu per fare un cielo azzurro.
E per quanto l'ho spremuto non sono riuscito a farne uscire che una sola goccia.
Troppo poco per l'azzurro del cielo che avevo in mente.
Troppo poco anche solo per poterlo fare in piccolo.
E per ora rimane nei miei sogni e nei miei pensieri, il cielo blu che oggi immaginavo di disegnare sulla tela.
Non posso nemmeno più disegnarlo come voglio per colpa di un misero tubetto di colore blu esaurito.
Non posso fare altro che andare a dormire sperando di non dimenticare il cielo blu che avevo in mente, sperando che domani quel blu sia ancora dentro di me e abbia voglia di farsi colorare sulla tela bianca.

giovedì 3 giugno 2010

Ajira Plane

martedì 1 giugno 2010

LOST, la fine



E' finito da un po' di giorni lo so..
Tra considerazioni varie e commenti di chi non aveva ancora visto l'ultima puntata, un giorno di black out totale da internet per non incappare in qualche errata lettura di spoiler o qualsiasi altra cosa sul finale e alla fine..
Beh dopo più di 7 giorni dal finale mi rendo conto che la serie mi manca.. domani mattina non ci sarà una nuova puntata ad attendermi, l'attesa per scoprire e vedere cosa mai succederà, nel bene o nel male nell'isola o al di fuori di essa.
Mi rendo conto solo ora come in sei anni siano cambiate le cose, o meglio come siano successe.
La prima serie, l'episodio pilota, visto e rivisto non so quante volte per farlo conoscere a quante più persone possibili, le serate programmate in attesa dell'episodio successivo, il passaggio con gli anni dalla serie in SD per arrivare alle ultime puntate in HD.
Le prime puntate sulla moquette verde in via Mozart, che poi finivamo sempre per vederle messi in ginocchio presi dalla tensione.
Sigarette che andavano, allora.
La pizza e Lost, amari e Lost, dolci e Lost.
Sto pensando che sarà difficile che un'altra serie possa prendere il posto di questa.
Ok, ce ne sono a decine da vedere ma.. quante poi riescono a protrarsi per sei stagioni? Quante sono così poco scontate e piene di interrogativi.
E poi dai.. ci siamo tutti affezionati a un qualche personaggio o abbiamo citato qualche battuta della serie in qualche occasione..o pensato che sotto a qualche tombino incrociato per strada possa in verità trovarsi Desmond che ascolta Mama Cass Elliot.
Cofanetti o non cofanetti?
Chi lo sa..
La botola la ho intanto.

Namaste.



venerdì 28 maggio 2010

Scoiattolo!









giovedì 27 maggio 2010

Lost Finale

giovedì 20 maggio 2010

Rigonata 2010

Ovvero un salto indietro nel tempo, un salto di ben 26 anni quando giravamo con degli scatoloni in spalla come se fossero zaini protonici.
Il tutto grazie a un film che da piccoli ci ha fatto perdere la testa, un film con il quale siamo cresciuti e un film con il quale siamo ancora capaci di tornare a sognare e di tornare bambini.. che poi è un po' la stessa cosa.
Sognare da bambini è più facile e spesso dimentichiamo come si fa, quindi tornare bambini ci ha aiutato a sognare per tutta la durata del film...ma anche oltre, oramai i Ghostbusters ce li abbiamo nell'anima. Grazie al Dott. Egon Spengler.. oh si scusate, Andrea.

giovedì 13 maggio 2010

Double Combo!

martedì 4 maggio 2010

Discovery

Ho avuto improvvisamente voglia di tornare indietro a quando mi stupivo, insieme a Roberto, per la semplice intro con il logo Konami davanti ad una tv 10 pollici quando caricavamo Metal Gear Solid nelle nostre PlayStation.
Quando i pomeriggi di pioggia diventavano sessioni infinite a chissà quale gioco, quando era bello giocare insieme nella stessa stanza seduti davanti alla luce di quella piccola tv. Oggi è un giorno simile a uno di quelli vissuti in quegli anni, la pioggia e il colore fuori è simile in tutto e per tutto a quello dei tempi passati, e chissà quante altre volte lo è stato, solo che ora la musica di sottofondo mi ha portato a quei tempi.
Che poi anche se piovevà così come oggi si usciva lo stesso in bici e motorino a prendere quello che ci serviva, pane Morato, Coca Cola, qualche gioco o cd, eravamo giovani, carini e impermeabili.
Ora lo siamo ancora, credo, solo che è difficile ritrovare la magia di allora in un cazzo di logo Konami, e la colpa non è della Konami.
Purtroppo.

lunedì 19 aprile 2010

Riding With The Fabs


Non mi era mai capitato di "provare" un esperimento simile.. ma ho preso tutto dalla stessa foto. Curioso.

mercoledì 31 marzo 2010

Wallpaper di oggi


Sono troppo simpatici fatti cosi..

martedì 30 marzo 2010

Le Rane, Baustelle. E' la nuova Via Gluck


Non sono di certo, e nemmeno mi considero tale, un critico musicale.
Ma ogni tanto mi sento in dovere di dover parlare bene o male di musica, solitamente con qualche altro mio simile della stessa razza. Bene, oggi voglio assolutamente parlare del nuovo disco dei Baustelle. Il motivo? beh è primavera diamine, il primo sole in faccia ed ecco che se ne escono con un cd nuovo che sa di primavera, che sa di buono, che sa di anni passati ma non di muffa. Ora al primo ascolto mi sono già innamorato di quasi tutte le canzoni ma una in particolare ha colpito la mia attenzione e attirato il mio ascolto.

Le Rane.

Le Rane è la canzone di cui la mia generazione aveva bisogno, è la Via Gluck dei nostri tempi, una canzone generazionale che ti lascia in bocca, dopo l'ascolto, il sapore di Montenegro, lo stesso che abbiamo imparato a conoscere e amare nella mai troppo citata "Un Romantico a Milano".
Nel complesso, oltre alla canzone di cui sopra, il cd è uno di quelli che passa dal farti sentire come il Dorian Gray di questi tempi al farti essere fiero di passeggiare con lo stesso libro nella tasca dei jeans. Oltre a questo ti accompagna pure in questa passeggiata e se alla fine volessimo cercare il quadro che raffigura Dorian i Baustelle ci ricorderanno che è inutile "perchè il tempo ci sfugge ma il segno del tempo rimane".
Dimenticavo, mia sorella andava in vacanza a Follonica e ho ancora a mente le cartoline che mi spediva, vado, compro una discarica e chiudo gli ombrelloni.
Buon ascolto.

giovedì 18 marzo 2010

Sulle spalle dei giganti



Ho amato questo album sebbene non sia, a detta di molti, uno degli album di maggiore successo degli Oasis. Ricordo Londra invasa dai poster che ritraevano la copertina del disco, ricordo che andavo a dormire lasciando il cd andare in repeat e lo ascoltavo 2, 3 , 4 volte di fila.
Canzoni al sapore di domenica mattina e di campane in lontananza.
E ancora di motorino e bici, auricolari e walkman, le cassette e il rollio che facevano.
Quel suono lo-fi così ben impastato e il fruscio tra una canzone e l'altra.
Non ricordo dove presi il cd. Dovrei vederlo per ricordarmelo credo.
E per anni rimase con me nel portafoglio la moneta da 2 sterline con scritto, appunto, Standing on the shoulders of giants. Andò spesa poi, ancora a Londra, la volta con Fabio, la volta di cui devo ancora vedere le foto.
La volta della colazione allo Starbucks a Piccadilly e dell'aereo quasi perso, che corsa!
Dio mi ha dato un'altra chance.

martedì 16 marzo 2010

Dottor Mordin

Sono un modello di scienziato Salarian,

Studiato specie Turian, Asari e Batarian.


Sono molto bravo con genetica e biologia

Perchè esperto io sono, questa è tautologia.


E grande esperto di scienza urbanistica agraria

Perchè sono modello perfetto di scienziato Salarian.









lunedì 15 marzo 2010

Ci hanno preso in giro.

Oggi i telegiornali dicono che sia la giornata mondilale della calma. Che tutto va preso con calma, che tutto va fatto lentamente e che va assaporato il caffè seduti al tavolo piuttosto che in fretta al bancone, che non si deve correre, ne a piedi ne in macchina e altre oscenità simili.
Spiegatelo alla società tutto questo, spiegate che oramai la calma non puo' far parte di questa società almeno non oggi, non perchè qualcuno ha deciso che deve essere così.
Se uno vuole la sua giornata della calma si prende le ferie o decide di stare a letto la mattina.
Nervosismi dalle prime ore in ufficio, anzi dai primi minuti segno che nessuno ha visto il telegiornale o ha fatto finta di nulla.
La giornata della calma è una buffonata. Ah, il paradiso non esiste.


venerdì 12 marzo 2010

Voodoo People

Adoro, per quanto possa essere pesante, svegliarmi presto la mattina.
Il mondo è diverso da come appare quando esco alla solita ora da casa. Ti senti quasi un eroe per esseti svegliato prima ma alla fine se ti guardi intorno c'è sempre qualcuno che si è svegliato prima di te. E sempre ci sarà. Quindi un presto un po' relativo, diciamo che adoro svegliarmi prima del solito e sentire l'odore dell'aria a quell'ora e vedere il sole o la nebbia o quello che c'è fuori da una angolazione diversa.
La gente imbranata per strada c'è a tutte le ore comunque. Oggi c'era aria di primavera finalmente dopo le nevicate dei giorni passati.

giovedì 11 marzo 2010

iPod Nano (da giardino)

martedì 9 marzo 2010

Duemila!


Foto Lo-Fi, macro da telefono, ma quello avevo nel magico momento della Nimbus duemila. Quanti ricordi legati alla Nimbus!

lunedì 8 marzo 2010

Sweet Child O' Mine


Tra una fiera di Padova un po' troppo meno di quello che mi aspettavo, la poca voglia di scrivere qua, giusto perchè non so cosa ne come e infini il naso che non sente, ora come ora, odori c'è poco da fare.
L'Actigrip crea una terribile sonnolenza e probabilmente tutti i prodotti della serie e se mescolati potrebbero fare effetti strani tipo i prodotti Joker nel primo Batman.
Oggi c'era un bel sole. Un anno fa era l'8 marzo, lo è anche oggi.
Pescare un post dalle bozze, no grazie.
Quelli stanno bene dove stanno, come direbbe Merlino di ritorno dal XX secolo e da Honolulu.
Questo cartone è eccezionale, La spada nella roccia dico. Davvero, non mi stancherei mai di vederlo. Come facevo da piccolo poi. Ripetendo a memoria battute e quanto altro.
Che a pensarci bene poi sabato cantavo una canzone del film, senza un motivo.. così, mi era venuta in mente e via. C'è un motivo dietro alle cose? Un collegamento al fatto che sono arrivato a parlare di Merlino e sabato cantavo le canzoni che mi aveva insegnato da piccolo?
E il titolo del post che legame ha con tutto questo? Nessuno è ovvio.
Era solo la caznone che ascoltavo quando ho creato il post. Copia e incolla.
Bene. Altro post inutile per il 2010.

martedì 23 febbraio 2010

Underground

Image Hosted by ImageShack.us

giovedì 18 febbraio 2010

King Crimson



Non è mai troppo tardi per scoprire un buon cd fortunatamente..

martedì 16 febbraio 2010

Martedi Frasson


Questo è forse l'unico appuntamento che resiste negli anni e che si ripete tradizionalmente in questo blog da molto tempo.
Quest'anno poi sono molto felice dell'arrivo di questo giorno perchè avevo in serbo una foto che ho ritrovato poco tempo fa. Purtroppo non è il massimo della messa a fuoco ma lascia vagare la mente in ricordi e quanto altro. La foto risale all'anno della maturità, di martedì Frasson passato in classe dove si nota come il nostro Michele fossè già avanti con la moda di Harry Potter nonostante Ms. Rowling dovesse ancora scriverlo.
Buon martedì Frasson a tutti!

venerdì 12 febbraio 2010

Cambiano i tempi.

Cambiano i supporti, ma certe cose non cambiano mai e mi fanno tornare a mente quando per giocare a Indiana Jones and The Fare of Atlantis su Amiga anni or sono mi preparavo tutti i floppy in fila in ordine assolutamente progressivo pronti per essere inseriti nel vorace lettore alla richiesta su schermo. E chi ha provato Indiana Jones sa cosa significava, specialmente su un Amiga senza espansioni particolari di memoria, senza hard disk e magari ad Algeri.

A.D. 1992 - Amiga


A.D. 2010 - Xbox360



p.s. Andrea la foto era perfetta..ma quella di Alien Breed 2 con il floppy era più suggestiva e ho messo quella.

giovedì 4 febbraio 2010

mercoledì 3 febbraio 2010

Se ne vanno, il mondo cambia.

Alcuni se ne vanno, vicino o lontano che sia se ne vanno. E intanto il mondo cambia, le strade e i posti che conoscevi cambiano, mutano spariscono alberi e compaiono strade.Andate a quel cazzo di paese cazzo! Non sono qua a criticare il fatto che abbattono gli alberi e buttano su cemento, la cosa fa molto ragazzo della via Gluck ma non c'è comunque nulla che posso fare per fermare questo. Le cose così piccole, i luoghi che una volta sembravano grandi, le distanze che percorrevi in bicicletta in ore adesso li chiudi dentro quanto..nemmeno un giro di lancette dell'orologio. Sono stanco di non avere un po' di sonno per me e sono contento di rimanere il più sveglio possibile per far funzionare un po' quel recalcitrante cervello.Vado a dormire per inerzia.. cioè perchè comunque devo, un po' come mangiare se non hai appetito perchè, ad esempio, devi prendere una medicina o che so io. Mille cose vorrei fare e alla fine mille e uno si mettono davanti e rimane tutto insoluto.O ne risolvi una e ne rimangono altre mille.Quello che ero due ore fa non lo sono più ora o non mi ricordo come si fa ad esserlo, mi devo salvare gli stati d'animo per riutilizzarli al momento opportuno, il problema è capire quando è il momento opportuno. Voglio dei colori. E una porta girevole.

lunedì 1 febbraio 2010

Se mia nonna avesse le ruote.



La mia storia è "basta che funzioni" insomma, basta non fare del male a nessuno, basta rubacchiare un tantino di gioia in questo crudele uomo mangia uomo inutile e buio caos. Ecco la mia storia.

mercoledì 27 gennaio 2010

Sole e Neve

Sole come se fosse primavera e neve per terra, quella rimasta da ieri come se fosse inverno.
Cosa effettivamente vera anche se il solo e il cielo limpido nascondono la cosa e danno a questo giorno un aspetto del tutto diverso. Non ho nulla da dire oggi e mi metto a parlare del tempo cosi per riempire qualche riga e dire "sono passato di qua anche oggi". Inutile, lo so, ma mi andava.
Anche perchè una giornata simile ti mette un po' la voglia di scrivere e quindi da qualche parte qualcosa devi pure buttarlo giù anche se magari Piersandro potrebbe pernsare giustamente che invece di scrivere stronzate e considerazioni qua potrei riempire qualche riga nei template delle recensioni. Ecco, scrivo di Piesando e caso vuole che mi mandi un messaggio proprio ora.. nessun sollecito pero' oggi, solo un video. Wow.
Così ho pure aggiunto un allegato a un post nato sottotono. Ora posso anche chiudere.

giovedì 14 gennaio 2010

Foto d'epoca


Nessun effetto applicato. Scattata in bianco e nero e finalmente dopo anni ecco il negativo scansionato. La avevo stampata, all'epoca, su carta fotografica a colori perchè la stampa su bianco e nero era costosa e ci voleva molto più tempo...sempre che qualcuno la facesse. Insomma ero un povero studente che pretendete..
Ad ogni modo è una delle mie foto preferite di sempre. Di quelle che ti fanno ma non ti accorgi e sei comuqnue te. Non sei in pose assurde, finti sorrisi o abbracci di cortesia e di rito.
In questa foto è condensato un po' di tutto.
Il microonde di Roberto e il suo orologio a coniglio con carota fallica semovente, il telefono in duplex, le sigarette e l'8900 con la batteria di riserva.
L'astuccio di scuola e i bigliettini che ne fuoriescono, la cartella martoriata dagli anni di studio, la tuta dell'Adidas bruciata con le sigarette, la PocketStation e i cd della PlayStation, un bicchiere di acqua con un barattolo di Vivin C accanto, appunti di scuola e Domo Pak. Nutella.
Le chiavi del motorino e una scatola del rullino che probabilmente ha poi dato vita a questa foto e questa serie di ricordi.

mercoledì 13 gennaio 2010

L'emozione non ha voce

l'emozione non ha voce come cantava Celentano. Non sapevo come altro titolare questo post ma probabilmente il titolo è adatto.
iTunes mi suona questa canzone che avevo in mente da un paio di giorni.
Un colpo al cuore. L'odore dell'estate e dell'asfalto che sa di pioggia appena fatta.
Dopo un temporale dal cielo troppo nero e dalla pioggia così violenta che poi l'aria è cosi pulità che ti sembra di sentire ogni odore per la prima volta.



E questa canzone che suonava, bella come non mai. Così bella che poi, come quel pensiero ricorrente, vorresti farla ascoltare a tutto il mondo e raccontare quanto bello sia quell'esatto instante in cui tutto quello accade.
Passano le stagioni. Inverno, interno sera. Cielo grigio con qualche sfumatura di un azzurro troppo pallido per dare l'illusione dell'estate, gli alberi senza foglie e il colore dell'erba non aiutano. Ma questi maledetti 6.30 di canzone ti prendono e ti strizzano le interiora. E fanno un male cane! Fa male ma allo stesso tempo respiro l'estate che passa dal finestrino aperto della macchina con, a tutto volume, questa maledetta canzone.

lunedì 11 gennaio 2010

Il Privè

Che non è quello che potete immaginare ma è quello che nella giovane mente di me stesso di...humm diciamo 13 anni fa era il luogo dove passare le domeniche pomeriggio.
Quella maledetta (in senso buono) discoteca che era l'East Side City prima e World dopo in cui per ogni domenica sono stato rinchiuso dentro dalla sua apertura fino all'ora di chiusura in cui ci facevano accomodare gentilmente fuori.
Anni e anni dopo mi ricapita tra le mani una cassetta con un pezzo che all'epoca mi piaceva molto, il pezzo che accompagnava la prima sigaretta del pomeriggio seduti all'interno del privè con ancora poca gente (probabilmente io e qualche amico e il dj). Peccato che a distanza di anni non sia riuscito ancora a trovare il titolo della maledetta canzone.
Ad ogni modo ringrazio il mio "SI" per la strada che mi ha fatto fare in tutti quegli anni e i vari motorini degli altri amici che avevano sempre un posto per tutti sopra la sella e sotto lo spazio per giubbetti o barrette di cioccolata per sopravvivere ai lunghi after-hours.
Lascio per la cronaca il pezzo di canzone che sono riuscito a recuperare da quella recalcitrante cassetta prima che il tempo o chi per lui la faccia scomparire dalla faccia della terra.









´