lunedì 2 aprile 2007

Da che parte va l'orologio?

E' stata una giornata strana ieri. Tutto il weekend è stato strano. A partire da venerdi.
Il temporale salendo a Belluno mi ha fatto pensare a quando Roberto è salito fino a casa dopo esssere stato lasciato con la nebbia e il ghiaccio per quelle strade maledettamente buie in mezzo alle montagne. Si è chiuso un cerchio venerdi sera. Ho visto Nip / Tuck con Roberto, non succedeva da mesi. Era un appuntamento fisso, lo è stato per tre serie consecutive, tre anni quindi. Abbiamo così chiuso in un qualche modo un cerchio.
Un grazie va poi a Nik e la Ale per la compagnia e per non aver fatto danni in camera mia usando il Wii. Hanno passato un bel po' di tempo sfidandosi con Wii Sports tra eresie e frecciatine. Non vi svelero' i risultati nei vari giochi e non mettero' ne foto ne video per decenza, sappiate solo che ci sono.
Domenica non mi sarei mai alzato. Non c'ero proprio.
Ho tentato tutto il giorno di connettere e di cercare di avviare il mio sistema interno ma nulla.
Verso sera era ora di muoversi, di prendere la macchina e andare a trovare la donna, finalmente a casa. Prendo l'orologio e... in che polso va messo? Non ricordavo più come e dove andava messo, nemmeno il verso giusto in cui andava poi letto il display. La cosa si faceva preoccupante. La conclusione non c'è stata, non riuscivo a pensare ad una maniera sana ed umana per uscire da questo strano tunnel di estraneità se non andare a letto e riavviare il cervello.

1 commento:

Pak ha detto...

io l'orologio lo porto sulla destra con il quadrante rivolto verso il basso.

lo porto così da quando circa sedici anni fa l'ho visto fare a MacGyver.

´